Home Page
   |  Home  |  | Mappa |

  • Presentazione
  • Attestazione
  • Notizie & Eventi
  • Link
  • CONTATTACI
  • MEMBER AREA

    Home > Notizie & Eventi > Notizie

    nel settore

    Determinazione n. 6 del 27 Luglio 2010: INDICAZIONI OPERATIVE ALLE STAZIONI APPALTANTI E ALLE SOA IN MATERIA DI CONTROLLO SUI CERTIFICATI DI ESECUZIONE DEI LAVORI E SULL'APPLICAZIONE DELL'ART. 135, COMMA 1-BIS, DEL D.LGS. 163/2006
    27/07/2010
    Le SOA, chiamate ad accertare la veridicità di tali certificati nella fase istruttoria preliminare al rilascio dell’attestazione di qualificazione, hanno necessità di compulsare l’Osservatorio al fine di riscontrarne la genuinità, l’importo, le classifiche e le categorie etc. Con riferimento a quelli rilasciati nel periodo antecedente all’entrata in vigore del Codice (1° luglio 2006), e quindi dell’obbligo posto a carico delle stazioni appaltanti dall’art. 40, comma 3, lettera b), tale riscontro può avvenire mediante conferma da parte delle stazioni appaltanti dei dati contenuti nella documentazione presentata dall’impresa richiedente, potendosi non rinvenire copia dei C.E.L. nell’Osservatorio.

    Il Consiglio ribadisce che:   

    1. le stazioni appaltanti sono obbligate, ai  sensi dell’art. 40, comma 3, lett. b), del D.Lgs. 163/2006, a trasmettere  all’Autorità copia dei certificati di esecuzione dei lavori rilasciati;
    2.    
    3. le stazioni appaltanti sono obbligate, ai  sensi dell’art. 135, comma 1-bis, del  D.Lgs. 163/2006, a controllare in maniera periodica il Casellario informatico dell’Autorità  al fine di accertare eventuali intervenute dichiarazioni di decadenza delle  attestazioni di qualificazione delle imprese appaltatrici per false dichiarazioni  e, in caso di riscontro positivo, procedere alla risoluzione del contratto;
    4.    
    5. le Società Organismi di Attestazione, ai  sensi dell’art. 40, comma 3, del D.Lgs. 163/2006, qualora copia dei certificati di esecuzione dei  lavori presentati dalle imprese ai fini del rilascio dell’attestazione di  qualificazione, ed emessi in data anteriore al 1° luglio 2006, non risulti  inserita nell’Osservatorio presso l’Autorità, debbono invitare le stazioni appaltanti a  controllare e confermare la veridicità di detti certificati di esecuzione dei  lavori nel termine di 20 (venti) giorni dalla richiesta utilizzando la  comunicazione-tipo allegata in calce alla presente, informandole altresì che il  mancato tempestivo riscontro può comportare l’applicazione nei confronti della  stazione appaltante della sanzione di cui all’art. 6, comma 11, del D.Lgs.  163/2006. In  relazione ai C.E.L. rilasciati successivamente alla data del 1° luglio 2006, le  Società Organismi di Attestazione sono tenute altresì a segnalare all’Autorità  il mancato invio di copia degli stessi da parte della stazione appaltante ai  fini dell’adozione dei provvedimenti sanzionatori.

     

    FONTE: AUTORITA' DI VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE


    Cristina Piotto


    Allegati
    Determinazione n. 6 dell'Autorità di Vigilanza



    Torna all'Archivio degli Eventi per l'anno 2010

    Archivio News


    Presentazione  |  Attestazione  |  NOTIZIE & EVENTI  |  PRIVACY
    Cookie policy
    P.IVA 01150540993
    SOA RINA S.p.A. - Sede legale in Via Ilva 2/7, 16128 Genova - Capitale sociale € 1.000.000 i.v. - Registro Imprese di Genova n. 01150540993